Chiaretto

Chiaretto

2023  Riviera del Garda Classico

Vino di tradizione centenaria, unico nel panorama enoico nazionale. Nasce a Moniga del Garda, sede della nostra azienda, ad opera del senatore Pompeo Molmenti nell’anno 1896 che gettò per primo le basi della vinificazione in rosa in Italia.
Un’eredità che ci viene tramandata da oltre un secolo e che accompagna ancor oggi la famiglia Turina nella produzione di questo vino dal colore rosa con riflessi violetti, dai profumi di fragola e lamponi, freschi e inebrianti evocativi del terroir della Valtènesi.

Denominazione: Riviera del Garda Classico Valtènesi DOC
Annata: 2023
Uvaggio: Groppello 30% Barbera 25% Sangiovese 25% Marzemino 20%
Affinamento: Acciaio inox
Grado alcolico: 12,50%

 

Quantità

0,75 l

10,80 

UVAGGIO
Groppello 30% Barbera 25% Sangiovese 25% Marzemino 20%
ETA’ VIGNETO
Viti di circa 25 anni d’età
TERRENO
La composizione litologica di questi vigneti è varia: ricca di sostanza organica nella zona collinare più interna, e a prevalenza sabbiosa vicino al lago.
ESPOSIZIONE
Est/Ovest
ZONA DI PRODUZIONE
Le uve destinate alla vinificazione di questo Chiaretto provengono da terroir diversi, che si estendono all’interno dell’anifteatro morenico della Valténesi.
ALLEVAMENTO
Spalliera con potatura a guyot metodo Simonit, 5/8 gemme per capo-frutto.
RESA MEDIA
110 qli/Ha
POTENZIALE DI INVECCHIAMENTO
2 anni
STAGIONE 2023
La stagione 2023 ha avuto connotazioni completamente diverse rispetto alle vendemmie precedenti. Tra novembre e febbraio si sono registrate piogge costanti e buone nevicate tra la fascia alpina e pre-alpina, in particolare il Monte Baldo si è presentato imbiancato fino a fine di marzo. Il germogliamento è iniziato in linea con l’annata 2022 infatti, le prime gemme cotonose si sono mostrate intorno al 14 marzo. Fino alla fine di aprile il clima è stato mite e ventilato, permettendo alla vite un germogliamento costante e graduale. Da maggio in poi invece si è verificato un vero e proprio cambio di passo, con piogge copiose e costanti preannunciando una stagione tutt’altro che facile dal punto di vista agronomico. Lo sviluppo del grappolo è stato rallentato dall’improvvisa spinta vegetativa della vite, arrivando ad accumulare un ritardo di circa 15 giorni rispetto all’annata 2022. La completa invaiatura è avvenuta con un forte ritardo generale, portando l’uva ad accumulare elevati picchi di acidità fino a fine settembre. Fortunatamente, come per le ultime 2 annate, la vendemmia è stata accompagnata da una fase di bel tempo generale, infatti i mesi di settembre e ottobre si sono dimostrati asciutti e costantemente ventilati. Il primo grappolo è stato raccolto la notte del 6 settembre e l’estrazione dei primi mosti non ha fatto altro che dimostrare la particolarità della stagione. Il clima piovoso e fresco ha caratterizzato l’annata rendendola unica dal punto di vista della freschezza gustativa e aromatica.
INIZIO RACCOLTA
10 SETTEMBRE
FINE RACCOLTA
15 SETTEMBRE
VINIFICAZIONE
Le uve selezionate, una volta in cantina, vengono pigi-diraspate e messe direttamente in vasca. Qui inizia l’antico processo della “levata di cappello” dove le bucce, a contatto con il mosto, salgono creando un cappello superficiale di vinacce, donando al vino il tipico colore rosa corallo. Il limpido in seguito, viene separato e tramite lieviti selezionati viene effettuata la fermentazione alcolica a temperatura controllata. Il vino, una volta ottenuto, viene illimpidito con una decantazione statica. Successivamente affina per un breve periodo in bottiglia.
ASPETTO SENSORIALE
Colore rosa corallo con riflessi violetti. All’olfatto esprime sentori di pesca tabacchiera ed agrume con una netta nota di fiori di pesco. Al palato risulta equilibrato, con un ottimo bilanciamento tra mineralità e sapidità.
ABBINAMENTI
Ottimo come abbinamento per l’intera cucina mediterranea, dal pesce di lago al fritto di mare. Consigliato anche come aperitivo nelle calde sere d’estate.
N°pezzi
14 000
Scarica la Scheda Tecnica in PDF

Scopri tutti i nostri prodotti

Titolo

Torna in cima